Yoga Genitori&Figli

Yoga Genitori&Figli

Perché genitori e bambini dovrebbero iniziare insieme un percorso dedicato allo Yoga? I motivi sono davvero tanti e tutti molto positivi.
1.1 Conoscersi giocando
Partiamo dalla possibilità di fare movimento e attività fisica tutti insieme. I
genitori che lavorano hanno poco tempo per praticare sport e anche per quanto
riguarda i momenti da trascorrere in
compagnia dei bambini, in puro divertimento, spesso le ore sono contate.
Ecco allora che seguire un corso di Yoga dove bambini e genitori possono
praticare insieme diventa un’occasione da non perdere che coinvolge la
famiglia, o almeno una parte della famiglia, nel gioco e nel movimento.
1.2 I genitori come modello
I genitori per i bambini sono un vero e proprio modello da seguire. Se mamma e papà iniziano a praticare Yoga permettono al bambino di comprendere che si tratta di qualcosa di importante. Saranno i genitori a spiegare ai figli che lo Yoga
fa bene per la salute e per le emozioni e che praticare Yoga significa prendersi cura di sé in modo naturale per sentirsi meglio e per essere più felici.
1.3 Condivisione tempo e spazio
Non sono molte le occasioni in cui genitori e figli possono imparare qualcosa insieme partendo dallo stesso livello o quasi. Di solito i corsi, di qualsiasi sport, si svolgono in maniera separata per adulti e bambini. Nel caso dello Yoga esistono delle formule adatte a coinvolgere tutta la famiglia, da cui sia i grandi che i piccoli possono trarre molto da imparare. Soprattutto gli adulti avranno l’occasione di ricontattare il proprio bambino interiore e di riscoprire la gioia di
giocare e di sorridere con spensieratezza.

1.4 Gioco e divertimento
Gli incontri di Yoga per bambini e genitori sono prima di tutto ludici, per entrare
in contatto con il mondo dei bambini e per consentire agli adulti di riscoprire
come divertirsi in modo semplice con i loro figli. E’ davvero benefico, ad
esempio, ridere insieme e interagire senza giudizio, senza competizione e senza pensare che i grandi o i piccoli stiano facendo qualcosa di sbagliato. Nello Yoga non ci dovrebbe essere mai competizione. Ad ogni età gli incontri di Yoga si svolgono in un clima sereno e rilassato, dove ognuno è libero di esprimere se stesso in base alle proprie capacità, che sono sempre personali e uniche.
1.5 Comunicazione positiva
La pratica dello Yoga non è soltanto movimento. Durante un corso di Yoga si
impara a comunicare meglio con gli altri perché innanzitutto si scopre come comprendere le necessità delle persone che si trovano insieme a noi e come possiamo intervenire per aiutarle, partendo dal miglioramento della capacità di ascolto e di osservazione. La comunicazione positiva, incentrata sull’ascolto
dell’altro, aiuta ad appianare i conflitti, ancor di più al di fuori della lezione di Yoga. Imparare ad ascoltarsi a vicenda, ad ogni età, è la chiave per riuscire ad andare d’accordo con gli altri e lo si può apprendere già da bambini.
1.6 Empatia e connessione
Empatia e connessione tra genitori e figli per creare un rapporto speciale: lo
Yoga aiuta tutti a migliorare anche da questo punto di vista. Sarà un modo sia per recuperare le energie che per scaricarle, per rilassarsi e per vivere le emozioni e imparare a riconoscerle negli altri.
1.7 Rilassamento e meditazione
Ogni lezione di Yoga si conclude con il rilassamento e con una piccola
meditazione che anche i bambini possono praticare. Il rilassamento e la
meditazione sono dei momenti davvero importanti per dare beneficio sia al corpo che alla mente, per coronare la lezione e come preparazione al ritorno alla vita quotidiana.

Vi sentirete ristorati e pieni di voglia di vivere.